giunturaCos’è?

La lesione cartilaginea è una delle patologie più comunemente riconducibili a un trauma della cartilagine, la quale è il tessuto, piuttosto delicato, non vascolarizzato, non innervato e molto ricco d’acqua, che ricopre le ossa nei punti di intersezione e articolazione di queste ultime. Non a caso nelle lesioni osteocondriali viene spesso coinvolto anche l’osso sub-condrale, e cioè l’osso su cui, appunto, poggia la cartilagine. L’osteocondrite è spesso associata a edema osseo circostante l’area di lesione; è proprio questo edema quindi che, nella maggioranza delle occasioni, si rivela essere responsabile del dolore. Il tessuto cartilagineo, a differenza di quello osseo, non ha capacità rigeneranti, per questa ragione lesioni di questo tipo non devono mai essere sottovalutate.

Diffusione

La lesione della cartilagine articolare è una delle patologie più comuni e interessa un gran numero di individui; colpisce soprattutto ginocchia e caviglie ma può essere interessata qualsiasi tipo di articolazione che, una volta colpita, ne risente manifestando dolore e difficoltà di movimento. Può svilupparsi ad ogni età, a causa dell’usura negli adulti e negli anziani o o dell’accrescimento repentino tra i bambini, anche in questi casi con una conseguente limitazione funzionale a carico dell’articolazione.

Come trattarla

Il trattamento con la tecarterapia è funzionale e mirato: il sistema NeutroDinamico® (manipolo con impugnatura a 60°) permette di circoscrivere il calore al tessuto interessato e consente di trattare l’articolazione nella sua tridimensionalità. Il terapista, a sua discrezione, potrà praticare movimenti di flesso/estensione che favoriranno la produzione di liquido sinoviale, il quale favorisce l’apporto di sostanze nutritive ai tessuti delle superfici articolari.

Inoltre il vantaggio del sistema NeutroDinamico® è anche quello di avere completa libertà di movimento: si potrà effettuare, per esempio, qualora se ne verificasse la necessità, un’applicazione sottocarico.